Recupero dell’IVA sui crediti vantati nei confronti di clienti assoggettati a procedure concorsuali

Recupero dell’IVA sui crediti vantati nei confronti di clienti assoggettati a procedure concorsuali

 

Una delle novità del Decreto Legge “Sostegni-bis” riguarda le modalità, più rapide, per il recupero dell’IVA sui crediti vantati nei confronti di clienti assoggettati a procedure concorsuali.

Ricordiamo che la normativa precedente l’entrata in vigore del suddetto decreto prevedeva la possibilità di recuperare l’IVA solo al momento della chiusura della procedura concorsuale. Questo poteva quindi avvenire anche dopo molti anni con un conseguente evidente svantaggio per il creditore che oltre a non incassare il proprio credito non aveva modo di recuperare quanto versato all’erario.

La nuova norma prevede invece, in relazione alle procedure concorsuali avviate dopo il 26 maggio 2021, la facoltà di recupero dell’IVA in caso di mancato pagamento del corrispettivo, in tutto o in parte, da parte del cessionario o committente, a partire dalla data in cui quest’ultimo è assoggettato a una procedura concorsuale o dalla data del decreto che omologa un accordo di ristrutturazione dei debiti o dalla data di pubblicazione nel registro delle imprese di un piano attestato ex articolo 67.

La norma chiarisce anche che il debitore viene considerato assoggettato a procedura concorsuale a partire dalla data della sentenza dichiarativa del fallimento o del provvedimento che ordina la liquidazione coatta amministrativa o del decreto di ammissione alla procedura di concordato preventivo o del decreto che dispone la procedura di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi.

Qualora durante la procedura il corrispettivo venisse pagato in tutto o in parte, la norma prevede il riversamento dell’IVA in proporzione alla percentuale di credito incassato.

 

Novità Decreto Sostegni – D.L. 41/2021 | Focus lavoro
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *