Decreto Cura Italia | Interventi di emergenza: stop al rimborso finanziamenti bancari

Decreto Cura Italia | Interventi di emergenza: stop al rimborso finanziamenti bancari

Uno degli interventi più incisivi contenuti nel decreto “Cura Italia” è quello che di fatto congela sino al prossimo 30 settembre il rimborso dei finanziamenti concessi in varie forme alle imprese.

La norma infatti prevede per  le micro, piccole e medie imprese che sono in condizioni di difficoltà finanziaria a causa dell’emergenza Coronavirus la possibilità di congelare la posizione verso gli istituti finanziatori sino a tutto il 30 settembre.

Nel dettaglio sino alla data del 30 settembre non sarà possibile per le banche revocare le linee di credito concesse; non dovranno essere rimborsati i finanziamenti non rateali in scadenza; sono sospese le rate per ogni tipo di finanziamento, inclusi i leasing, in scadenza sino al 30 settembre.  Le imprese e le banche dovranno poi “rimodulare” il piano di ammortamento secondo modalità che non comportino aggravi di costi per nessuna delle parti.

La sospensione non opererà in automatico, le imprese che vorranno sfruttare questa opportunità dovranno presentare alla banca una richiesta autocertificando di possedere i requisiti dimensionali (micro, piccola, media impresa) e di trovarsi in una condizione di difficoltà a causa dell’emergenza corona virus. Le banche non dovranno svolgere alcuna attività di istruttoria trattandosi di una agevolazione automatica.

Da segnalare comunque che il beneficio è escluso per quelle posizioni che sono già state classificate come “deteriorate” dal sistema bancario.

Dalla lettura della norma è anche evidente la volontà del legislatore di stimolare un dialogo costruttivo tra imprese e sistema creditizio per anticipare e prevenire le situazioni di crisi da illiquidità che potrebbero conseguire a questo eccezionale periodo.

L’elenco aggiornato delle attività possibili Decreto Cura Italia | Interventi di emergenza: le assemblee societarie
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *