Decreto Cura Italia | Erogazione indennità speciali per particolari categorie di lavoratori

Decreto Cura Italia | Erogazione indennità speciali per particolari categorie di lavoratori

Per il mese di marzo 2020 è prevista per alcune categorie di lavoratori l’erogazione di una indennità in misura di 600 euro a ristoro della ridotta attività lavorativa causata dai provvedimenti per il contenimento della diffusione del Covid-19.

Trattandosi di una indennità di natura risarcitoria la somma sarà considerata non imponibile ai fini della determinazione del reddito IRPEF.

L’indennità sarà erogata dall’INPS previa presentazione di apposita domanda secondo le modalità che l’istituto renderà note nei prossimi giorni.

Stando al dettato della norma non sembra che l’erogazione sia soggetta a particolari condizioni (residenza in determinate zona, dimostrazione di una riduzione delle entrate, appartenenza a particolari settori economici…) ma si attendono indicazioni in merito da parte dell’INPS. Al momento non si hanno indicazioni in merito ai tempi ed alle modalità di erogazione dell’indennità.

Sono interessate a tale provvedimento le seguenti categorie:

  • liberi professionisti (titolari di partita IVA o di rapporto CO.CO.CO.) attivi alla data del 23 febbraio u.s. iscritti alla Gestione Separata INPS.
  • lavoratori autonomi (titolari di partita IVA) iscritti alle Gestioni Speciali INPS “Artigiani” e “Commercianti” purché non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie (sono esclusi gli iscritti alla Casse di Previdenza Professionali)
  • lavoratori dipendenti stagionali del turismo e degli stabilimenti termali
  • lavoratori dipendenti stagionali operai agricoli che nel 2019 abbiano effettuato almeno 50 giornate lavorative

Tutti i soggetti interessati NON devono essere titolari di pensione o di reddito di lavoro dipendente e non devono risultare iscritti ad altre forme pensionistiche obbligatorie. Per accedere all’indennità sarà necessario presentare apposita domanda. Essendo stanziato un limite di spesa per ogni categoria è presumibile che, nel caso in cui le domande superino gli importi previsti, l’indennità verrà ridotta in proporzione.

 

Decreto Cura Italia | Differimento termini adempimenti e versamenti fiscali Decreto Cura Italia | Credito d’imposta sui canoni di locazione
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *