L’adeguamento degli statuti? Un’occasione costituente

L’adeguamento degli statuti? Un’occasione costituente

In questi tempi, c’è inquietudine nel Terzo settore. Il 20 gennaio 2019 scade il termine per l’adeguamento degli statuti delle imprese sociali già costituite come tali (ma non – apprendiamo da una circolare del MISE del 2 gennaio 2019 – per le cooperative sociali); il 2 agosto 2019, invece, la scadenza per l’adeguamento degli statuti di ODV, APS e Onlus già iscritte nei rispettivi registri istituiti dalle normative di settore. Cosa significa, in termini strettamente giuridici, “adeguamento”? Significa recepire negli statuti le norme che il legislatore ha definito come inderogabili. Si tratta di previsioni del Codice del Terzo settore ritenute così essenziali, se si intende acquisire la qualifica di ente del Terzo settore, da prevalere sull’autonomia degli associati che risulta, conseguentemente, per questi aspetti limitata. Diversamente, si deve rinunciare all’acquisizione della qualifica, rimanendo nell’ambito di quello che è definito il diritto comune. Questo il significato giuridico di “adeguamento”, che potrebbe essere definito anche come “recepimento”, con pochi margini di discrezionalità.

Sorgente: L’adeguamento degli statuti? Un’occasione costituente (08/01/2019) – Vita.it

Due codici per il terzo settore 
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *