Impresa culturale: datti una regolata! 

Impresa culturale: datti una regolata! 

La direzione di un’impresa culturale non è intesa solo a definire le linee di gestione dell’impresa, ma soprattutto a estrapolare le competenze cognitive dei soggetti coinvolti nel processo creativo. Tanto è vero che, dal lato teorico, è riconosciuta l’importanza di concepire vision e mission culturali organiche e aperte alle sollecitazioni esterne. Dal lato pratico, sono applicate strategie economiche di valorizzazione degli apporti dei partner come contributi idealmente individuali e collettivi.Per questo risulta specialmente appropriato, nella prospettiva della disciplina giuridica delle attività culturali, proporre modelli organizzativi forgiati secondo i principi di riflessività regolativa e di interimprenditorialità. Qui infatti, come non vale per alcun altro settore economico, è stretto il nesso tra l’impresa intesa come comunità della pratica e del lavoro, e l’impresa intesa come soggetto giuridico e organismo economico.Sicché viva l’impresa, e vivrà la cultura.

Sorgente: Impresa culturale: datti una regolata! | Doppiozero

Qualche appunto in tema di imprese culturali Cinema, in Gazzetta il Piano straordinario per il potenziamento delle sale 
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *