Approvata la legge che cambia i criteri di esportazione delle opere d’arte

Approvata la legge che cambia i criteri di esportazione delle opere d’arte

Il 2 agosto è stata approvata in via definitiva, con voto di fiducia al Senato, la legge sul «mercato e la concorrenza» che in due articoli prevede anche «la semplificazione della circolazione internazionale dei beni culturali».
Due le modifiche principali al Codice dei Beni culturali del 2004: primo, possono essere liberamente esportate e vendute opere d’arte create fino a 70 anni prima, purché il loro autore non sia più vivente (finora il limite era di 50 anni). La legge si riferisce ad opere d’arte contemporanea (da Burri a Fontana, Capogrossi, Morandi, De Chirico, Giò Ponti ecc.) in proprietà privata e non vincolate.
Seconda modifica sostanziale: per snellire le procedure si potrà sempre esportare oggetti d’arte di qualunque epoca purché il loro valore (stabilito da una autocertificazione del venditore) non superi i 13.500 euro. Naturalmente lo Stato potrà sempre intervenire se si sospetta una frode o una stima al ribasso.

Sorgente: APPROVATA LA LEGGE CHE CAMBIA I CRITERI DI ESPORTAZIONE DELLE OPERE D’ | madeartis

Aperto il secondo bando Italian Council da 490.000 € Imprese culturali, Bosi: Dare priorità alla leva organizzativa e alla capacità di autosostenersi
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *