Funder35: contributi a fondo perduto del 75% per rafforzare le imprese culturali no profit – scadenza: 23 giugno 2017

 

Anche per il 2017 viene riproposto il Bando Funder35 rivolto alle imprese culturali non profit composte da giovani sotto i 35 anni. L’obiettivo è sostenere, rafforzare e accompagnare le organizzazioni culturali senza scopo di lucro (come imprese sociali, cooperative sociali, associazioni culturali, onlus, fondazioni, ecc.) composte prevalentemente da giovani under 35, premiandone lo spirito innovativo.

Il bando Funder35 è promosso da 18 fondazioni: Compagnia di San Paolo, Fondazione Cariparma, Fondazione Cariplo, Fondazione Cariverona, Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia, Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione CON IL SUD, Fondazione CR Firenze, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione di Sardegna, Fondazione Friuli, Fondazione Livorno, Fondazione Sicilia. Con il patrocinio dell’Acri.

Territori coinvolti

Le regioni Sicilia, Basilicata, Calabria, Campania, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, e Valle d’Aosta e le province di Bologna, Modena, Parma e Ravenna in Emilia Romagna, Pordenone e Udine in Friuli-Venezia Giulia, le province della Spezia e di Genova in Liguria, le province di Ascoli Piceno e Ancona nelle Marche, di Firenze, Livorno e Lucca in Toscana, le province di Belluno, Padova, Rovigo, Verona e Vicenza in Veneto.

Il bando si rivolge alle organizzazioni non profit di natura privata attive da almeno 2 anni alla data di pubblicazione del bando (24 aprile 2017) e impegnate principalmente in uno dei seguenti campi:

1) l’ambito della produzione artistica/creativa in tutte le sue forme, da quelle tradizionali a quelle di ultima generazione;

2) l’ambito dei servizi di supporto alla conoscenza, alla valorizzazione, alla tutela, alla conservazione, alla circolazione dei beni e delle attività culturali.

FUNDER35 è riservato unicamente alle organizzazioni che, alla data di pubblicazione del bando (24 aprile 2017), soddisfino uno o entrambi i seguenti requisiti:

– Organo di Gestione (Consiglio di Amministrazione o Consiglio/Comitato Direttivo, composto solitamente da Presidente, Vicepresidente, Segretario, Tesoriere e Consiglieri) costituito in maggioranza assoluta (50% più uno) da membri di età inferiore ai 35 anni;

– cariche principali (Presidenza e Vicepresidenza) in seno all’Organo di Gestione (Consiglio di Amministrazione o Consiglio/Comitato Direttivo) ricoperte da membri di età inferiore ai 35 anni.

Ammissibilità dei soggetti

Il bando è destinato a organizzazioni senza fini di lucro, nei cui statuti sia presente una regolamentazione che, nel suo complesso:

a) vieti la distribuzione, diretta e indiretta, di utili, avanzi di gestione, fondi e riserve in favore di amministratori, soci, partecipanti, lavoratori o collaboratori;

b) disponga la destinazione di utili e avanzi di gestione allo svolgimento dell’attività statutaria o all’incremento del patrimonio;

c) preveda la destinazione dell’eventuale attivo risultante dalla liquidazione a fini di pubblica utilità o ad altre organizzazioni prive di scopo di lucro.

In ogni caso, si ritiene che non perseguano finalità di lucro e che siano quindi ammissibili anche in assenza delle clausole precedenti:

– le organizzazioni iscritte ai registri regionali del volontariato;

– le organizzazioni iscritte ai registri delle associazioni di promozione sociale;

– le organizzazioni iscritte all’albo nazionale delle ONG;

– le organizzazioni iscritte al registro delle ONLUS.

In base alla normativa di riferimento, sono inoltre ammissibili al bando:

– le cooperative che operano nel settore dello spettacolo;

– le cooperative sociali;

– le imprese sociali iscritte all’apposita sezione del registro delle imprese.

Ammissibilità dei progetti

Sono considerati ammissibili al presente bando unicamente progetti finalizzati a rendere sostenibili nel tempo le imprese proponenti e le loro attività attraverso:

– azioni mirate al miglioramento/ripensamento della struttura organizzativa (come ad esempio nuovi modelli operativi e strumenti gestionali, iniziative di qualificazione del personale non artistico e dei servizi interni di supporto tramite percorsi di formazione e innesto di competenze manageriali);

– azioni finalizzate al rinnovamento, anche attraverso l’uso di tecnologie innovative, dei processi e degli strumenti di produzione (funzionali al rafforzamento, all’estensione, alla differenziazione dell’offerta);

– azioni finalizzate all’introduzione sul mercato di prodotti o servizi di carattere innovativo, in grado di favorire il posizionamento strategico dell’organizzazione;

– azioni orientate all’attivazione di collaborazioni stabili e aggregazioni/fusioni con altri soggetti del settore nella prospettiva di realizzare economie di scopo e/o di scala.

Per essere ammesse alla valutazione, le proposte devono inoltre soddisfare i seguenti requisiti:

– previsione di avvio delle attività in data successiva al 31 dicembre 2017;

– durata al massimo triennale del progetto;

– formulazione di una richiesta complessiva di contributo non superiore al 75% dei costi totali del progetto. In ogni caso, l’entità del contributo richiesto dovrà essere equilibrata e proporzionata sia al tipo di progetto proposto, sia alla dimensione economico-finanziaria dell’organizzazione proponente.

Nell’ambito dei budget dei progetti sono ritenuti ammissibili costi artistici e/o di produzione artistica e culturale nella misura massima del 25% dei costi complessivi dell’intervento unicamente se:

– orientati a precise strategie di rinnovamento/diversificazione/differenziazione dell’offerta;

– relativi a collaborazioni ritenute particolarmente “strategiche” dai partner di progetto nell’ambito di forme di partenariato stabile o aggregazione tra più soggetti del settore.

Le proposte dovranno essere presentate on-line entro il 23 giugno 2017 tramite il sito http://funder35.it/bando/

 

 

 

Fondi Strutturali europei – PON “per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 Il tirocinio, un mondo a parte
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *