Al via la prima fase di semplificazione per i modelli degli studi di settore. Aumentano le informazioni disponibili nel cassetto fiscale

Meno informazioni da inserire nei modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini degli studi di settore ed un cassetto fiscale più ricco a disposizione dei contribuenti. Da oggi i soggetti interessati dagli studi di settore troveranno sul sito dell’Agenzia delle Entrate le prime bozze dei nuovi modelli che, una volta approvati, dovranno essere utilizzati per trasmettere i dati relativi all’annualità 2016 e, nel proprio cassetto fiscale, nuove funzionalità relative al periodo d’imposta 2014.

La circolare la trovate qui

Consob, l'investitore italiano non ha cultura finanziaria e non capisce i mercati  L'Italia è seconda al mondo per export di vini 
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *