Se la banca ci spia a fin di bene

Se la banca ci spia a fin di bene

 

logo-lmf11

I movimenti del mouse, la pressione del dito sul touch screen, la velocità con cui digitiamo sulla tastiera: sono piccoli gesti che ci caratterizzano, e possono consentire di distinguerci dagli altri individui secondo l’analisi comportamentale.

Ma una banca, può studiarli quando utilizziamo i suoi servizi di internet banking? E può creare ad arte “interferenze” (come un blocco dell’attività) per valutare le nostre reazioni?

Sorgente: Se la banca ci spia a fin di bene

Gli italiani nel 2015 hanno guadagnato in media 138 € dalla vendita online di oggetti non più utilizzati   Major discografiche e YouTube, chi ha ragione?
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *