Art bonus, società concertistiche e pubblica utilità

Art bonus, società concertistiche e pubblica utilità

L’Art Bonus supera i 100 milioni di donazioni a partire dalla sua prima applicazione di fine 2014 fino a oggi. L’agevolazione fiscale al 65 per cento per le donazioni in cultura, che ci pone all’avanguardia in Europa, si rivela un successo e dimostra quanto cittadini, enti e imprese abbiano a cuore la tutela del patrimonio culturale nazionale”, Ha annunciato Il Ministro Dario Franceschini. 100 milioni, di cui oltre 3 milioni e mezzo provengono da persone fisiche, oltre 45 da enti e fondazioni bancarie e circa 51 milioni da imprese. La Lombardia guida la classifica dei donatori con 33.3 milioni di euro, un terzo della raccolta. Seguono Veneto, Piemonte ed Emilia-Romagna. ci sono Regioni a zero: Basilicata, Valle D’Aosta e Molise. Quali gli sviluppi?

Ne abbiamo scritto a quattro mani con Irene Sanesi

(per qualche riflessione più approfondita qui trovate il testo integrale da cui è stato tratto l’articolo: L’art bonus e le società concertistiche)

Sorgente: Art bonus, società concertistiche e pubblica utilità

Economia della cultura, Commercialisti, Brexit e rapporto Symbola. Tutto in uno.  Vedere a Berna (il mercato in fondo)
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *