Archivi e biblioteche. Via libera alle fotografie? 

Archivi e biblioteche. Via libera alle fotografie? 

Nella seduta dello scorso 16 maggio il Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici del MiBACT ha approvato una mozione in favore della libera riproduzione, recependo le esigenze manifestate da tempo dagli studiosi che richiedevano di fare ricorso gratuitamente a fotocamera o smartphone per riprodurre manoscritti e volumi antichi conservati in archivi e biblioteche.

Si tratta di una presa di posizione importante, non solo perché questo parere tecnico proviene dall’organo consultivo del ministero, ma anche perché la mozione afferma a chiare lettere l’utilità del mezzo digitale in ordine alla promozione della “libera ricerca storica, in piena coerenza con il dettato costituzionale” (artt. 9, 33) e alla valorizzazione del patrimonio documentario conservato in archivi e biblioteche, che sono quindi da considerarsi, oltre che istituti di conservazione, anche e soprattutto “centri di diffusione attiva del sapere a tutti i livelli”.

Sorgente: Archivi e biblioteche. Via libera alle fotografie? | Artribune

Incontrare il pubblico partendo dalla comunicazione. Iniziamo dalla didascalia Sharing Economy: in pochi anni da fenomeno emergente a realtà predominante 
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *