Il patrimonio riesce a farsi sempre più amici

Il patrimonio riesce a farsi sempre più amici

«E’ il momento di dare importanza ai temi della trasparenza e della valutazione d’impatto che gli enti e le attività culturali sono in grado di generare sui territori, così da incoraggiare ulteriormente i potenziali sostenitori. Occorre ampliare tutti i canali, dal crowdfunding ai lasciti, perché c’è un potenziale enorme ancora da valorizzare. Per questo serve che gli enti investano in figure professionali competenti, in grado di maneggiare bene le norme fiscali, ma anche e soprattutto i processi che gli anglosassoni riassumono nell’espressione “Donor Care”».

Sorgente: Il Sole 24 ORE

È utile valutare il "sentiment" dei musei pubblici?  Perché Franceschini dovrebbe assumere un social media manager per ogni museo 
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *