Diffamazione attraverso Facebook 

logo-previti

Con sentenza dello scorso 29 gennaio (n. 3981/2016), la Cassazione penale ha assolto dal reato di diffamazione aggravata un utente del noto social network “Facebook” che aveva “postato” un commento ritenuto offensivo della reputazione di un collega.

Secondo la Corte “non integra il reato di diffamazione la condotta di chi mediante un post su un social network esprima, con frasi non offensive né ingiuriose, il suo apprezzamento e la sua condivisione con riferimento ad espressioni e critiche diffamatorie utilizzate in precedenza da altri, e condivise via internet”.

Sorgente: Diffamazione attraverso Facebook – Studio Previti

Il crowdfunding in Europa è in ottima salute e cresce rapidamente Economisti: “Basta soldi alle banche, meglio direttamente ai cittadini” 
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *