Vogliamo vivere: la libertà dopo il JobsAct 

Vogliamo vivere: la libertà dopo il JobsAct 

“Libertà e lavoro dopo il Jobs Act di Giuseppe Allegri e Giuseppe Bronzini” (DeriveApprodi, 2015) andrebbe letto solo perché mette in discussione l’invenzione di una tradizione diffusa a destra e a sinistra, in alto e in basso: il lavoro salariato e, più in generale, subordinato è una norma generale, un dato naturale, un’essenza a cui tutto deve tornare.

Sorgente: Vogliamo vivere: la libertà dopo il JobsAct – il lavoro culturale

Il capitale? In Italia rende poco Professionisti a rischio bancarotta 
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *