Sanzioni fiscali ridotte, cosa cambia dal 1° gennaio

Dal 2016, pertanto, saranno pienamente operative le nuove sanzioni previste per l’omessa e infedele presentazione della dichiarazione e per l’omesso o tardivo versamento dei tributi.Queste modifiche, comunque, potranno applicarsi non solo per le violazioni commesse dalla data di entrata in vigore delle norme, ma anche per quelle commesse in precedenza per il principio del “favor rei”. Tale estensione, inoltre, troverà applicazione anche per il ravvedimento operoso. di Riccardo Giorgetti e Dennis Pini – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/mn7NNwSorgente: Il Sole 24 ORE

Solo l’8% delle aziende italiane vende online  Digitale. Quale impatto sull’accesso e sulla partecipazione culturale?
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *