Gli stranieri laureati? Li regaliamo al resto d’Europa 

Gli stranieri laureati? Li regaliamo al resto d’Europa 

A dispetto delle cronache recenti non vi sono solamente i profughi o gli immigrati economici che premono alle nostre frontiere marittime e terrestri provocando, a seconda delle occasioni, panico, xenofobia o solidarietà come sta accadendo negli ultimi mesi.In Europa, e in particolare in Italia, la presenza di stranieri è già realtà da diverso tempo, a gennaio 2015 secondo le stime dell’Istat sono 5 milioni gli immigrati presenti nel nostro Paese, più dell’8% della popolazione.Le condizioni di queste persone, come vivono, se lavorano, se studiano o hanno studiato, ci dicono già molto non solo del nostro atteggiamento verso l’immigrazione, ma in parte anche delle cause della nostra situazione economica.Già, perchè sappiamo che le possibilità di crescita di un Paese dipendono anche dalla capacità di attirare talenti, o comunque persone che possano contribuire positivamente all’economia del Paese non solo costando meno.Nel caso del nostro Paese questo non è accaduto, non siamo riusciti nè ad attirare laureati nè ad occuparli in modo proficuo come accaduto altrove. Anzi, sembra quasi che l’Italia abbia mirato a un utilizzo, potremmo dire in molti casi sfruttamento, principalmente delle persone con un livello d’istruzione basso, che hanno infatti un tasso d’occupazione addirittura superiore del 10% di quello degli italiani con analogo titolo di studio.

Sorgente: Gli stranieri laureati? Li regaliamo al resto d’Europa – Linkiesta.it

Gli stipendi degli insegnanti crescono in tutta Europa, tranne in Italia (2013/2014) L'evasione paga in contanti
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *