2015, diminuisce il calo del mercato del libro. Ma da Francoforte gli editori attaccano la nostra classe dirigente