Parliamoci chiaro: la neutralità della rete è solo un’illusione

Parliamoci chiaro: la neutralità della rete è solo un’illusione

La Rete è un insieme di infrastrutture, alcune delle quali sono pubbliche, altre private e cioè alcune delle quali sono di proprietà di Stati e Istituzioni, altre sono di proprietà di società di persone o capitali. La Rete è un groviglio di cavi, i quali collegano queste infrastrutture. Su questi cavi e queste infrastrutture ci lavorano non sacerdoti illuminati da una vocazione, ma tecnici, ingegneri, programmatori, commerciali. I costi di queste professionalità e di queste infrastrutture, sono abbastanza alti, anche se, mediamente, in discesa. Quindi, come prima cosa bisogna essere coscienti che quando ti colleghi a Internet, non stai attaccando un rubinetto a una prodigiosa fonte inesauribile, ma ti stai guadagnando l’accesso a un insieme di sistemi che, per funzionare, necessitano di lavoro. E questo accesso lo si guadagna nel modo in cui il nostro mondo funziona: pagando un abbonamento.

Sorgente: Parliamoci chiaro: la neutralità della rete è solo un’illusione – Linkiesta.it

Né privatizzazione, né liberalizzazione: per Poste il solito pasticcio all'italiana Le case di riposo che ospitano anche gli studenti universitari: fanno bene alle tasche e al cuore
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *