L’Erasmus dei liceali. Raddoppiano gli studenti ma i prof frenano

L’Erasmus dei liceali. Raddoppiano gli studenti ma i prof frenano

Una ricerca commissionata da Intercultura a Ipsos rivela che solo il 18% degli insegnanti si può definire «internazionale». Metro di misura, un periodo di almeno un anno trascorso all’estero. I prof «aperti» — che cioè hanno seguito un percorso di formazione anche più ridotto — fino a quattro mesi —, o coinvolto gli studenti in scambi di classe o gemellaggi — sono il 22%. Due terzi sono «local»: mai stati all’estero per motivi professionali, o solo per accompagnare i ragazzi in gita. Persino tra i prof di lingue, i più votati all’internazionalizzazione, la maggior parte non ha mai partecipato a progetti all’estero.
Una grande immobilità. Che rispecchia anche stili diversi di insegnamento: più aperti, aggiornati, appassionati gli «internazionali». Stimolanti, ma esigenti, poco innovativi, i «local». Intanto gli studenti non hanno un sostegno adeguato quando decidono di partire. E al rientro non vengono riconosciute le competenze acquisite.

Sorgente: Corriere della Sera

Il problema non è Volkswagen  +6,8% per il mercato immobiliare italiano nel 2° trimestre 2015 Ottimi risultati dei settori commerciale (+10,3%) e residenziale (+8,2%)
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *