Più vendo e più faccio del bene, il modello Toms fa scuola nel mondo

Più vendo e più faccio del bene, il modello Toms fa scuola nel mondo

Compri un paio di scarpe e hai la certezza che un altro paio sarà regalato a bambini in difficoltà nei Paesi poveri del mondo. È con questa formula, così semplice, chiamata One for One, che sta crescendo nel mondo un’azienda di calzature, la Toms, e con essa un modello aziendale chiamato “pro-business”. Oggi è utilizzato da almeno una ventina di realtà statunitensi. A idearlo, nove anni fa, è stato Blake Mycoskie, allora giovanissimo startupper seriale, nato in Texas ma cresciuto professionalmente in California, la patria dell’innovazione tecnologica e di processo.

Attualmente ha 37 anni ed è a capo di una società con 500 dipendenti, 35 miloni di scarpe già donate (in Argentina, Etiopia, Guatemala, Haiti, Rwanda, Sudafrica e Stati Uniti) e una reputazione invidiabile di imprenditore geniale. La sua impresa è stata nominata dalla testata americana Fast Company tra le 10 aziende top per innovazione e Mycoskie è stato citato da Fortune nella lista dei “40 under 40” che raggrupa gli imprenditori di successo più innovativi al mondo. Ciliegina sulla torta, è stato premiato da Hilary Clinton con il “Next Generation Award” della Harvard T.H. Chan School of Public Health ed è stato da Bain Capital che poi ha acquisito e finanziato il 50 % dell’azienda

viaPiù vendo e più faccio del bene, il modello Toms fa scuola nel mondo | Linkiesta.it.

Airbnb, o il comunitarismo neoliberista Ecco l'Italia che piace agli investimenti internazionali
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *