5 per mille, ecco come cambia la classifica