Salone del mobile: il futuro non è produrre, ma comunicare

«Tutto parte dai filosofi ateniesi, che insegnavano passeggiando – ha detto De Lucchi -. Penso che nel lavoro del futuro non ci sarà un ufficio. È molto più probabile che il lavoro sia più produttivo quando le persone camminano e creano relazioni, opportunità di incontro, che in un ambiente chiuso». Gli uffici diventano così luoghi in cui – come già si vede da anni nella Silicon Valley – l’informalità è maggiore viaSalone del mobile: il futuro non è produrre, ma comunicare | Linkiesta.it.

«Altro che lavoro e legge elettorale: è ora di riformare le banche» La Siae apre alle startup: iscrizione gratuita e niente tasse
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *