In pensione più tardi, ma cambia anche il lavoro

Malgrado un possibile e auspicabile riallineamento tra salari e produttività, anche in futuro alcuni lavoratori anziani saranno comunque licenziati. Per questi casi sarà necessario considerare il ricorso al welfare attraverso sussidi di disoccupazione che utilizzino un meccanismo experience rating – ovvero in base al quale le imprese che fanno un maggior ricorso ai licenziamenti pagano contributi sociali (per finanziare i sussidi di disoccupazione) più elevati. Il futuro del sistema previdenziale non potrà prescindere dal buon funzionamento del mercato del lavoro e in generale del welfare.

viaIn pensione più tardi, ma cambia anche il lavoro | Vincenzo Galasso.

Pirelli fa bene, meglio i cinesi che lo Stato italiano Il no Usa alla super banca cinese? È una follia per cinque motivi
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *