Rent to buy, la nota del Consiglio Nazionale sui chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Rent to buy, la nota del Consiglio Nazionale sui chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

La scelta di fondo operata dall’Agenzia delle entrate è stata quella di diversificare il trattamento fiscale da applicare al canone corrisposto dal conduttore in considerazione della funzione (godimento dell’immobile e acconto prezzo) per la quale dette somme sono corrisposte, cioè da un lato assimilando, ai fini fiscali, l’immediata concessione del godimento dell’immobile a fronte del pagamento dei canoni alla locazione, per cui alla quota di canone “imputata” al godimento dell’immobile trovano applicazione le disposizioni previste, sia ai fini delle imposte dirette che delle imposte indirette, per i contratti di locazione; da un altro lato, assimilando ai fini fiscali e fin da subito la quota di canone destinata ad essere imputata al corrispettivo del trasferimento – la quale ad avviso dell’Agenzia ha natura di anticipazione del suddetto corrispettivo – agli acconti sul prezzo della successiva vendita dell’immobile.

viaRent to buy, la nota del Consiglio Nazionale sui chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate | Sito del notariato.

E' un sidacato per vecchi Su scrittori, soldi e privilegi
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *