Così il digitale sta cancellando le banche

La digital disruption è arrivata a colpire i servizi finanziari. Più che di un’onda si tratta di una profonda  revisione dell’intero paradigma del retailing bancario. Il modello tradizionale di retail banking, vecchio di decenni se non di secoli, sta cambiando per sempre. Basti pensare al flussi più che dimezzati di affluenza nelle filiali, alla crescita vertiginosa del mobile banking, all’affacciarsi sempre più minaccioso delle Fintech e dei vari arrembanti nuovi protagonisti sia interni al settore sia esterni. Il modello di banca generalista è attaccato. E non potrebbe essere diversamente.

Diversi sono i fattori di cambiamento che stanno intervenendo, ma la cosa più importante è che le crescenti pressioni e richieste regolamentari e le spinte digitali  alla multicanalità hanno portato i costi operativi delle  banche a crescere. In Europa, ad esempio i costi operativi per addetto (costi amministrativi non inclusi  quelli del personale) delle grandi banche sono cresciuti di ben il 68% in dieci anni dal 2003 al 2013.

viaCosì il digitale sta cancellando le banche.

Culture shopper, chi sono gli italiani che spendono in cultura Coi soldi in arrivo dalla Svizzera, abbassate le tasse
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *