Perché dobbiamo credere a chi crede nell'Italia

Vale la pena di incalzare chi governa a costruire, finalmente, una politica industriale degna di questo nome perché ancora un’industria c’è. Ha senso lottare contro l’incuria del nostro patrimonio culturale proprio perché la nostra cultura è ammirata in tutto il mondo. È necessario smascherare ladri e delinquenti perché abbiamo una reputazione da difendere. Dobbiamo sbattere la mafia fuori da Expo 2015, perché Expo 2015 è una straordinaria occasione per rilanciare la parte sana della nostra economia.

In definitiva: dobbiamo credere a chi crede nell’Italia, perché vale la pena di combattere solamente se è rimasto qualcosa da salvare.

viaPerché dobbiamo credere a chi crede nell’Italia | Linkiesta.it.

Si fa presto a dire impresa sociale… Lavoratori autonomi: parte il tweetbombing al Governo, restituite la #refurtIVA
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *