Verso una nuova fase per l’economia globale?

Nonostante l’assenza di politiche economiche espansive, l’accresciuta fiducia nella stabilità finanziaria lascia comunque prevedere per i prossimi cinque anni un miglioramento dell’andamento del PIL (+1,5% circa) rispetto al quinquennio buio post-crisi Lehman Brothers (-0,2% annuo) – non sufficiente tuttavia a sostenere l’occupazione. L’Eurozona rappresenta il punto critico dell’evoluzione dello scenario globale, e maggiormente dipendente dalle scelte dei policymakers. Un’azione decisa che utilizzasse tutti gli strumenti a disposizione (politica monetaria, di bilancio, industriale e di riforme strutturali) consentirebbe entro pochi anni di migliorare il tasso di crescita dell’output potenziale. Purtroppo la governance molto farraginosa dell’area e il miscuglio di culture e interessi diversi non fanno ben sperare.

viaVerso una nuova fase per l’economia globale? | Aspenia online.

Giovani, il popolo delle partite Iva tradito da Matteo Renzi Fuggitivi & Ritornanti
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *