A Milano nei mercati delle biciclette rubate

Se a Milano la media è di trenta furti giornalieri, e solo uno su cinque di questi viene denunciato, significa che chi subisce un furto preferisce rivolgersi al mercato nero per riacquistare una bici, dato che è praticamente impossibile rintracciare il mezzo anche rivolgendosi alle autorità preposte. La soluzione? C’è chi parla di targhe sulle bici, e chi pensa a incorporare il codice fiscale del proprietario sul mezzo stesso. Qualche esperienza fuori Milano e in varie città tra Emilia-Romagna e Toscana è già partita. Ma a Milano la discussione nelle sedi competenti langue, i tempi si allungano e allora forse è meglio tornare a fare una salto ai mercatini clandestini alla ricerca di un affare a due ruote.

viaA Milano nei mercati delle biciclette rubate | Linkiesta.it.

Pmi, una crisi che viene da lontano Lo Statuto Europeo delle Fondazioni: cos’è e come funziona
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *