"Non mi risulta che le cose siano facili"

Una quarantina di voci che procedono da “Anima” a “Vita”, rivelando le insidie nascoste nelle parole, non solo nei confronti della donna, ma anche di tutte le creature che il linguaggio tende a squalificare. Cosí si scopre che “l’ANIMA è un organismo non soltanto invisibile, inodore, asonoro, impalpabile e insipido, ma anche razzista” e che “di femminile la SVIZZERA ha soltanto il nome”. “Per me”, scriveva la Ceresa alla sua traduttrice francese, “l’inuguaglianza femminile è ancorata nell’intera visione del mondo; ergo, se io faccio un dizionario, devo fare il giro anzitutto delle radici di quest’albero dell’inuguaglianza. Conclusione: il piccolo dizionario io non lo scrivo per le donne; lo scrivo perché va scritto”. Un sorprendente inedito.

Alice Ceresa
Piccolo dizionario dell’inuguaglianza femminile
Ed. Nottetempo

20140313-233320.jpg

Donne e aziende: la strada è ancora lunga - La Mia Finanza Green In 30 minuti
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *